Si chiama IL DUE perché dal "Due", da piazza Filangieri 2, a Milano, cioè dal carcere, vogliono uscire.
Vogliono uscire corpi, ma vogliono uscire anche parole e immagini. Per avere più spazio, per dialogare con quelli che stanno fuori, per costruire qualcosa insieme.
Per sentirsi vivi.
Per farlo si sono messi insieme donne e uomini liberi, donne e uomini prigionieri.